LE ARMONICHE

La sinusoide, forma d’onda pura, è solo una parte che compone il suono,
per valutarlo completamente bisogna approfondire cosa sono “le armoniche”.
Per fare un esempio semplice, prendiamo in considerazione la corda di una chitarra
che viene pizzicata, in questo caso un LA a 440 hz.
Il suono è certamente più bello di una semplice sinusoide, è più corposo, la cassa armonica
della chitarra stessa, le vibrazioni del legno stesso, l’ambiente circostante che ne aumenta
la sonorità con il suo reverbero, tantissimi sono i fattori che colorano e arricchiscono un suono,
ma entriamo nello specifico.

La prima armonica generata con il pizzico della corda è:
L’ARMONICA FONDAMENTALE, che è a 440hz, successivamente e insieme vengono generati tutti i multipli di quella frequenza, ma con ampiezza e dimenzione sempre minori.

Seconda Armonica 880 hz
Terza Armonica 1320 hz
freq3d.jpg
La prima armonica fondamentale è quella che percepiamo meglio, è quella più forte,
poi la seconda armonica, che è doppia, si sovrappone.
In nozioni musicali si tratta quindi di un’ottava a 880hz ed essendo la stessa nota il suono è più caldo e corposo.
La terza armonica però non è più un LA, quindi aggiunge nuove caratteristiche che danno al suono quella magia che una “povera” sinusoide da sola non può fare.
Le armoniche importanti sono tantissime, crescono in modo esponenziale ma diminuiscono di ampiezza, solo una decina sono decisive per la costruzione del suono.
Da qui si entra in un argomento molto importante per i tecnici del suono e musicisti, che da sempre discutono sulle qualità delle apparecchiature valvolari oppure a transistor.
Gli apparecchi a valvola, microfoni, compressori, amplificatori, enfatizzano la seconda armonica, quindi contribuiscono a rendere il suono più caldo e pastoso.
Gli apparecchi a transistor invece enfatizzano la terza armonica.
Qui il dibattito potrebbe essere infinito, e i sostenitori dell’una o l’altra parte non finirebbero mai di discutere.
Io personalmente faccio sempre l’esempio del pittore e la tavolozza di colori:
per fare un bel quadro servono tutti i colori e tutti i pennelli, si usano secondo l’opera d’arte che si vuole creare.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA PAGINA “CORSO DI TECNICO DEL SUONO”




Devi essere registrato per inserire un commento.

Commenti

ISI PRODUZIONI is Spam proof, thanks to hiddy's developers